back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

Stelle

Stelle lontane s’accendono
lungo percorsi lunari.
Ore di chiese rintoccano
con suoni lugubri e amari.

Sono di seta le nuvole
che piangeran sulle foglie,
del tuo sentiero sul margine
anche l’ortica si coglie.

Dietro un sorriso incantevole
muto rimane il rimpianto,
ali smarrite rincorrono
sogni di tiglio e d’acanto.

Non si consumino in lacrime
attimi di poesia,
gioie che pur s’assaporano
lungo ogni ripida via.

21 marzo 1998 Lorenza Franco