back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

Strana felicità

Oh com’è strana la felicità

che nasce dall’ assenza di dolore!

Ma abbassare la guardia non sarà

la giusta soluzione ad un errore.

 

Ma è giusto adagiarsi, solo un poco,

in un attimo vero e prezioso,

lasciarsi riscaldare a un raro fuoco

pur se si spegnerà, irriguardoso

 

di speranze fiorite e appassite,

invano coltivate e accarezzate,

derise forse, derise e schernite

d’ogni difesa valida private.

 

Ma sentirsi vincenti è imperativo,

non ti curar di lor, ma guarda e passa.

Non può, chi si rassegna, essere vivo,

il fiele sia inondato di melassa.

 

Milano 14 settembre 2018 Lorenza Franco