back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

Si spegne nella notte

Si spegne nella notte il sentimento
tramonta e s’accompagna con il sole,
scende nel cuore il buio, tace il vento,
piangon le rose e piangono le viole.
 

E’ il vuoto che trionfa sul reale,
il mistico lo sa con lo scienziato,
ma lo rifiuta un contesto mentale
che vuole il tutto razionalizzato.
 

Concezioni dualistiche affermate
decidono il morale e l’immorale,
le smarrite coscienze violentate
vogliono separati il bene e il male.
 

Nessuno c’è in cui credere o pregare,
tutto è illusorio ed insignificante,
solo chi sogna riesce a volare,
ma poi si sveglia… o continua a sognare?
 

Milano 10 agosto 2018 Lorenza Franco