back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

Colpe amare

Chi prima odiava, or sente d’amare,

con altri occhi rivive il passato.

Chi lo fece soffrire ha perdonato,

chiede perdono per sue colpe amare.

 

Gli tenderanno le braccia i suoi morti,

trionferà l’amore sul rancore.

La vita si rifugerà in un fiore,

profumeran anche le umane sorti.

 

Non di pioggia luccica l’abete,

pende una goccia dagli aghi del ramo.

Su ogni vita spenta non piangiamo,

si placherà anche l’antica sete.

 

Madonna di Campiglio, 26 aprile 2011 Lorenza Franco