back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

Abitudini

Un desiderio c'è di solitudine,
di isolarti anche da chi ami.
Ben oltre il tronco protendonsi i rami,
spinti da un'arcana irrequietudine.

In un anelito di desuetudine,
di risposta a già magici richiami
di ammalianti violini tzigani,
vorresti cancellar la consuetudine.

Ma salde ti trattengon le radici,
abbarbicati affetti e nostalgia,
e torni a ripiegare le tue ali.

Carezza i sogni tuoi e benedici,
ma lascia che sian loro a volar via.
Sian le abitudini riti lustrali.

Lorenza Franco, 6 dicembre 2001