back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

Amica della sera

Della tua vita fammi un riassunto,
amica della sera, il tempo è poco:
abbiamo escogitato un nuovo gioco,
per noi non è, il tramonto, ancora giunto.

Vengo con te sulla tua antica strada,
io imparo adesso a esprimermi in versi.
Nessuno deve dell'età dolersi,
ancora può trovar ciò che gli aggrada.

Voglio correr con te libera e sciolta
sul verde prato della fantasia.
Mai questa libertà ci sarà tolta.

Ogni momento può essere eterno
se insieme percorriamo questa via.
Dopo l'autunno estate, non inverno.

Lorenza Franco