back
 
Verran per gli altri Estate, Autunno, Inverno, 
sempre sorriderà a te Primavera.
Rubato hai agli dei il segreto eterno
che ignora il crepuscolo e la sera.

Prima quartina apocrifo 171 da “ I Sonetti di W. Shakespeare,  tradotti e interpretati da Lorenza Franco”, Ed. La Vita Felice, 2000

.

 

 

di Vini di Versi

L'anima

Arjuna non vuol combattere,
Arjuna non vuol uccidere.
Nei nemici lui vede
padri fratelli figli.

E' esitante Arjuna,
ma c'è Krishna, per fortuna.
Il grande dio gli spiega
che dei nemici può uccidere
soltanto i corpi.
Così nacque la Grande Religione1.

Fortunati anche i bambini Inca,
che prima di essere sgozzati
venivano battezzati
dagli Spagnoli conquistatori.

Io sono soltanto una donna,
che non aveva l'anima
prima del Concilio di Trento2
e che adesso
non la vuole più.

Ho soltanto il mio corpo umano
col suo psichismo evoluto.

                                    Lorenza Franco

 


[1] l’induismo

[2] per un solo voto vinsero i sì: anche la donna aveva un’anima